Xilo 1934 design
RACCONTIAMO STORIE SUL MATERIALE PI┘ ANTICO DEL MONDO Dalle narrazioni di Plinio il Vecchio ai Bizantini, a Giotto e Masaccio... la pittura su tavole di legno, materiale ancestrale che vibra del sapore della terra madre, non Ŕ certo una novitÓ. Ma questa Ŕ storia. Ben diversa la "pazza idea" balenata a Giovanni Basso e Carlo Bardelli, titolari XILO1934: lanciare la sfida a un pool di creativi per cimentarsi sul terreno ancora vergine del decoro su parquet. L'idea: creare un ventaglio espressivo sulla base dell'originalitÓ del design presentato da un team di autori, ciascuno differente per storia, formazione, impronta, cui Ŕ stata affidata una personale lettura per immagini. Ogni progetto Ŕ una storia da raccontare attraverso segni e disegni. Ogni storia diviene pretesto per lo sviluppo di un prodotto singolare, frutto di un'innovativa tecnologia all'avanguardia. Un progetto caldo, come caldo Ŕ il vissuto del legno, elemento per antonomasia consolatorio e accuditivo. Work in progress tutto da raccontare.

"In un certo senso ľ spiega Carlo Bardelli, eclettico mentore dell'ambizioso progetto - ho voluto trasferire su questo terreno l'esperienza e la sensibilitÓ sviluppate in anni di 'dialogo' con il materiale ceramico. Un modo per disegnare il legno, al pari della tela o dell'intonaco, con mood e suggestioni di varia origine che inducono a pensare di camminare oltre la nuda materia. Un'idea per dar corpo alla fantasia e al sogno legati al materiale per eccellenza dell'architettura dei prossimi vent'anni. GenialitÓ della natura e genialitÓ umana a confronto". Come un'idea diviene realtÓ e si concretizza in progetti d'autore, dove il legno incontra il design per esprimere al meglio la sua vena... poetica.